“LE PAROLE DEL SILENZIO” Capitolo XXI

 
 
 
                                                                                                                                                             by aquarius
  
  

Capitolo XXI

“…Pronto Julia?”;

“Amore… come stai?”;

“….Bene e tu?”;

“Sto bene anche io; Che fai di bello?”;
“Pensavo a te…a noi….e alla scorsa notte”;

Julia arrossì violentemente.

“Smettila! Sarai talmente impegnato che non avrai neanche un minutino per pensare a me”;

“…signorina so-tutto-io ti sbagli di grosso sai?”;

“Davvero?”;

“…Davvero; tu sei sempre nei miei pensieri”;

“anche tu sei nei miei pensieri. Prepotente!”;

“…..prepotente io? E perchè?”;

“Perchè ti sei impossessato del mio cuore, dei miei desideri e anche di tutti i miei spazi…non sono più capace di stare senza di te; perfino la casa sembra vuota”;

Sentì Gustav ridere;

“…si sono un prepotente;  sono geloso … possessivo…. ma quello che stanotte non riuscirà a chiudere occhio sono io….”;

“e come mai non dormirai?”;

“…..perchè non ti avrò accanto a me….non sentirò il tuo profumo…..non accarezzerò la tua pelle morbida…e  i tuoi capelli non mi solleticheranno il viso”;

“Io invece dormirò benissimo!”;

“….e come farai se non ci sono io ad abbracciarti?”;

“stringerò forte il tuo cuscino: sentirò il tuo profumo e sarà come se fossi qui con me”.

“….ma così non vale!” brontolò quasi infantilmente.

Julia scoppiò a ridere poi aggiunse: “mi manchi sai? Non vedo l’ora che sia domani”;

“…anche tu mi manchi. A proposito di domani”;

“si, dimmi”;

“…Alle dodici verrà un’auto a prenderti; mi spiace il viaggio sarà lungo”;

“non preoccuparti Gustav anzi, grazie”;

“…grazie di cosa?”;

“Grazie perchè mi ami”;

Gustav restò in silenzio: con semplici parole riusciva a spiazzarlo.

“Allora a domani”;

A domani”.

Julia stava per riagganciare quando senti Gustav chiamarla:

“…Julia?”;

“Si?”;

“….ti amo”.

  

  

Il giorno seguente si alzò prestissimo.

Preparò un borsone con le  sue cose poi corse in bagno a farsi una doccia.

Si infilò un jeans e una maglietta e prima di uscire di casa sistemò sul letto l’abito nero la borsetta e la collana che le aveva prestato Karin.

Alle nove era dal parrucchiere; aveva tentennato un pò ma poi si era lasciata convincere a stirare i capelli e il risultato  fu sorprendente.

Per le unghie adottò una semplice french e prima di tornare a casa, passò a salutare Karin.

“Ma sei bellissima Julia! Ti guardo e stento a riconoscerti…ma guarda i capelli: ti stanno benissimo”;

“grazie di tutto; sei un’amica meravigliosa” e le diede un bacio affettuoso.

“Adesso va, altrimenti arriverà l’auto e tu non sarai pronta”;

“Si, adesso vado. Ci vediamo lunedì”;

“Ok, a lunedì. Ah Julia?”;

“Si?”;

“Divertiti con Gustav e non pensare a niente; capito?”;

“Capito. Ti voglio bene”;

“anche io e ora dileguati!” e sorridendo la vide andare via.

Arrivata a casa, cominciò a prepararsi: indossò l’abito e le scarpe nere dai tacchi altissimi; si truccò leggermente e infine si allacciò la collana.

Si guardò allo specchio: i lunghi capelli ricoprivano completamente la schiena e l’abito avvolgeva perfettamente il suo corpo.

Le piaceva l’immagine che lo specchio rifletteva.

Si avvicinò alla finestra e guardò fuori: un’enorme macchina nera aveva appena parcheggiato e l’uomo che ne uscì era impeccabile nel suo abito nero.

Julia sentì il cuore battere forte; afferrò il borsone e la piccola pochette nera e uscì di casa.

Appena l’uomo la vide, si avvicinò e le tolse il borsone di mano;

“Prego”; le aprì lo sportello e la fece accomodare poi sistemò il bagaglio nel baule e infine, si mise alla guida.

Julia si sentiva terribilmente a disagio:il freddo sedile di pelle, i vetri oscurati, la musica in sottofondo….non era abituata a quel genere di cose.

Sospirò e si sedette meno rigidamente; il viaggio sarebbe stato lungo.

 

 

 

 

La trafila era sempre la stessa: arrivo, camerino, trucco, red carpet, saluto ai fans, autografi, interviste, sorrisi alle telecamere disseminate ovunque, foto di rito e infine lo show.

Gustav era piuttosto calmo ma, scattava in piedi ogni volta che la porta del camerino si apriva.

Bill, Tom e Georg erano intenti a godersi la serata.

Bevevano birra e fumavano tutti ad eccezione degli addetti alla sicurezza e di Gustav che stringeva tra le mani una lattina di Redbull.

“Ragazzi preparatevi; tra poco tocca a voi”; la voce di Saki risuonò forte in quel camerino piccolo e soffocante.

Bill si alzò e si guardò allo specchio: si lisciò il maglioncino lamè comprato per l’occasione e infilò meglio i jeans neri aderentissimi negli anfibi.

Il nuovo taglio di capelli gli stava decisamente bene e Natalie, aveva fatto uno splendido lavoro col make-up.

Tom si sistemò meglio il cappellino e Georg si accarezzava i capelli appena piastrati.

Gustav mise giù la lattina e si guardò rapidamente allo specchio poi seguì gli altri lungo il corridoio.

Furono scortati fino all’uscita e appena misero piede sul tappeto rosso furono investiti da una leggera brezza primaverile, dalle urla scalmanate delle fans e da milioni di flash accecanti.

“Procedete lentamente al centro del tappeto e non avvicinatevi alle transenne”; Saki dispensava gli ultimi avvertimenti.

Bill distese le labbra in un enorme sorriso;

“Diamogli quello che vogliono….sorridete alle telecamere e ricordate: noi siamo i migliori!”.

                                                                                                         ……………………..continua

Annunci

8 commenti su ““LE PAROLE DEL SILENZIO” Capitolo XXI

  1. Sarò la prima a commentare?!?!?!?!?! Speriamo! 😀

    Bellissimo questo capitolo! Mi piace! Chissà com’era bella Julia. Mi sono immaginata tutto, l’abito scuro bellissimo, i capelli lunghi sulla schiena… WOW!
    E Gustav… Io non mi stancherò mai di dirlo, Gustav è terribilmente tenero! Già lo vedevo, con la lattina di Redbull in mano… **

    Bonds, ciao! Scusami infinitamente per il ritardo, sono imperdonabile. E’ stata una settimana orribile quella che mi sono lasciata alle spalle, anche se abbiamo avuto pochissimi giorni di lezioni. E’ stata molto pesante, e quando mi connettevo, sinceramente, proprio non avevo voglia di stare su blogger. Gironzolavo sulla mia pagina di FB e poi iniziavo a scrivere, ma non mi andava proprio di stare di là. .______.
    Sono felice che a scuola vada tutto bene, davvero… per me non è lo stesso, sono molto ma molto a filo con la sufficienza e ho già imbroccato un paio di 5, ma per fortuna sono solo 5. Uno l’ho anche già recuperato e l’altro… l’altro vedremo domani con il nuovo scritto di latino. E’ pesantissimo, non credevo che fosse così. Mi dicevano tutti “vedrai, il liceo sarà bellissimo, è il ginnasio che pesa, poi al liceo ti diverti, ed è anche tutto più facile!”…
    …personalmente tornerei volentieri indietro di un anno. Anche perchè ho un po’ di nostalgia della vecchia sede della scuola. ):
    Poi… poi… sono tornata in piena crisi. Il batterista è fantastico, è simpatico, e anche molto carino. Ma Walter proprio non riesco a dimenticarlo. E’ una dannatissima orribile malata ossessione. Vorrei selezionare tutti i ricordi che ho di lui e cancellarli, come si fa con i file sul computer, e invece niente.
    E come l’altra volta è bastato un tocco. Mi ha solo appoggiato una mano sul collo, per scherzo, niente di più. E a me si è attorcigliato lo stomaco, e mi sono venuti i brividi. Non si può, diamine!

    Va beh… lasciamo perdere.
    Tu come stai? Siete arrivati ad un compromesso, con la nuova classe o ancora zero? Danza come va?
    Va beh, vado a controllare gli ultimi commenti e poi scappo a lezione.

    Un bacione immenso, tesoro. Ti voglio tanto tanto bene. ❤
    Macky

  2. Beata te che stai bene=)!
    Io nn sn mai stata male peggio di coem lo sono adesso… so che sembrerà una cazzata infantile ma a me fa molto male…
    ti racconto!sai che ero indecisa x due ragazzi?luca e luca…te ne avevo parlato??
    io ho scielto!!luca beh insomma uno dei due-.-
    e la mia amica mi fa:ti piace il luca?
    io:e si
    e lei: allora vado a chiedergli se si mette con me (la mia amica)
    ora la mia amica qua se si puo definire ancora una amica sta insieme a luca quello che mi piace..
    possibile??
    tesoro non resisto più in questo mondo di merda
    bastaa nn so che fare!!
    beh qualcosa troverò!!
    grazie che ci sei almeno te che ki ascolti!
    ti voglio bene…
    cmq sese bello l’altro blog??ahah ci sono solo 2 cosetti li articoli..xD
    un baciooo grazie del commento a presto ti voglio bene

  3. tesoro grazie mille!(: sei fantastica…
    cmq non c’è bisogno che ti preoccupi xke tanto ho scoperto che la mia amica li ha finto di mettersi con qll ke mi piace x capire chi mi piaceva tra i due luca e ha capito che mi piace quello con cui è stato insieme x finta.
    menomale che era solo uno scherzo(:
    per di piu ieri sono stata male avevo mal di testa-.-
    sono entrata in classe e sono tornata a casa con il permesso del prof xke nn stavo bene..
    sono venuta a sapere che lui quello che ha finto di mettersi con la mia amica cioè qullo che mi piace era stra tanto preoccupato per me perchè non stavo benee.-.
    sono felice come nn so che cosa!
    cmq grazie grazie mille per starmi vincina sempre e nel migliore dei modi possibili..ma soprattutto di riuscire ad esserci sempre per me anche con i tuoi innumerevoli impegni.
    grazie sei fantastica un tesoro!
    ti voglio troppo bene troppo tanto..
    un bacio e un abbraccio forte forte!
    ciaooo

  4. Tesoro, eccomi. Scusami ancora, ma avevo postato e poi ho staccato senza neanche guardare i commenti in arretrato. D:
    Anche a me sembra di non avere più nemmeno il tempo per respirare, ma che possiamo farci, è così! ):
    Per fortuna nel finesettimana riesco a tirare un sospiro, almeno al sabato sera, visto che la domenica sono a casa… certo che però il terzo anno è pesantissimo.
    Come mai questa eliminazione di massa dei contatti? Che è successo, se posso chiederlo?

    Beh, io nel frattempo tiro avanti, anche con quella persona. In più una mia amica mi ha detto delle cose sulla cantante del gruppo in cui suona il famoso batterista che mi hanno fatto drizzare un attimo le orecchie (ne avevo già sospetto, ma ora ne ho anche la conferma). In più ieri su facebook il batterista ha fatto molto il simpaticone con questa qui, e quindi mi sa tanto che lascerò perdere. Per ora meglio pensare alla scuola e all’amicizia, poi magari penserò a correre dietro a qualcuno. Vorrei prendermi una pausa dall'”amore” chiamiamolo così, ma purtroppo non dipende da noi. Boh, vedremo. Intanto con quella persona sta andando tutto discretamente bene, ieri siamo stati vicini due ore da soli durante matematica perchè l’altro mio amico era vicino ad un mio compagno di classe che di solito sta in ultima fila da solo, e allora W si è seduto vicino a me di sua spontanea volontà… Beh, vedremo come va nei prossimi giorni… 🙂

    A danza va tutto bene?
    Ora scappo. Un bacione enorme tesoro, ci sentiamo presto.
    Buona fortuna per tutto anche a te.

    Ti voglio tanto bene. Macky

  5. wow Tesoroooooo **
    ogni capitolo e più bello dell’altroooooo mi lasci sempre sensa parole
    mi sembra di stare in un altro modno quando leggooo e indescrivibile
    sei eccezzionale come solo tu sei complimentissimiii **
    La telefonata wow e stupenda sono cosi dolci e cuccioli anche quando si sentono al telefono lei cosi tenera che lo chiama amore ** e lui che le dice che pensa a lei a loro e alla notte che hanno passato insieme e lei che arrosisce come semrpe per la doclezza delle parole di lui dicendorgli che sarà cosi ipegnato che non avra nemmeno il tempo per pensarla e lui che la prende inn giro chiamandola signorina so tutto io dicendole che si sbaglia e che lei e smpre nei suoi pensieri e d e la pura verità lei c’è semrpe ne sono sicura nei momenti giornalieri e nella notte nei suoi sogni lei c’è sempre, e lei che gli dice
    e c’è anche nei suoi pensieri chiamandolo prepotente e Gustva non sapendo perche glie lo chiede e si sente dire che e perche si è impossesato di tutto nei suoi spazi del suo cuore dei suoi desideri sentendo anche la casa vuota per poi sentire la sua risata dall’altro
    capo del telefono per poi dirle che lo e, che è anche geloso e possessivo ma che poi non riuscirà a dormire perche non sentira il suo profumo non acarezzera la sua pelle e non avra lei accanto a lui e Julia che tenera che gli dice che lei dormirà benissimo per poi sentendosi domandare perche se npon ci sarà lui che l’abbaccerà e lei che gli dice che abbraccera il suo cuscino con il suo profumo e che sarà come se abbraccerà lui ** e Gustav che le dice che non vale imbronciato sembrando un bambino ^^
    e lei che gli dice che le manca e che non vede l’ora di raggiungerlo per poi sentirsi dire che anche a lui lei manca dicendorgli a che ora l’ha andranno a prendere e che sarà lungo il viaggio, ma qui e la parte più bella lei non solo gli dice che non importa ma lo ringrazia e Gustav le domanda il perche non sapendolo per poii sentirsi dire perche l’ha ama e lui che rimane sensa parole non riuscendo a dire nulla sentendosi anche emozionato ** e quando lei stava attaccando lui l’ha chiama e le dice che la ama ** nooo cavoloo con dei capitoli cosi mi arrivera il colesterolo a mille oddioo che belliiiii mi fanno denmpre emozionare i tuoi capitolii ** che carina JUlia quando si sveglia persto per andare dal parucchiere preparando tutto per i giorni che passerà con Gustav **
    e quando va da Karin e la ringrazia di tutto dicendole che e una amica meravigliosa ** tenerissima e Karin che le dice solo di divertirti non oensando a nien te solo a Gustav, sono bellissimeee delle amiche inseparabili che si voglio un mondo di bene **
    poi quando si prepara essendo ancra più bella e scende trovando l’uto che la portera alla premiazione sentendosi anche a diagiò quando entra e trova un auto con i vetri oscurati i sedili freddi di pelle per poi cercare di sentirsi più a suo agiò perche il viaggio sarà lungo.
    ma la parte cosi eccitante e stata quella dei ragazzi che dovevano fare le foto, autografi, le fan urlanti le interviste e Gustav che era abbastanza calmo ma sentendosi nervoso per l’arrivo di Julia tanto che ogni volta che vedeva la porta aprirsi si alzava sperando fosse lei che teneroo ** mentre gli altir stavano calmi bevendo birra fumando anche se il fumo fa malissimo che non dovrebbero -.- ma e davvero tenero vedere Gustav cosi ansioso, si vede lontano un miglio che non vede l’ora di rivederla ** per poi essere chiamati che lo spettacolo sta per iniziare e loro che si sistemano prima di andare ma quando stanno per uscire fuore questa frase e stupenda “Diamogli quello che vogliono….sorridete alle telecamere e ricordate: noi siamo i migliori!” nooo ma che amoriiii ** sembra quasi come se
    dovessero conquistare il mondo ma e strepitosoo ** che Bello..
    complimentissimi ormai sono ripetitiva lo so te lo scrivo semrpe ma non posso non dirtelo e la pura verità mi spiazzi sempre con questi capitoli cosi pieni di emozioni mi fai sciore in un secondo ogni volta ** Bravissimaa sei strepitosa **
    un bacionee Tesoroo Ti voglio bene **

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...