“UN MAGNIFICO DISASTRO” Capitolo III

In Loving Memory of
Francesca Zizi
( Amiche per sempre)
 
 

 Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

CAPITOLO III

Tom entrò in camera da letto con una tazza di tè fumante tra le mani.

Si appoggiò allo stipite della porta, si infilò una mano nella tasca dei jeans e si soffermò a guardare Monica, che dormiva ancora.

Era voltata su un fianco, appena coperta da un candido lenzuolo che lasciava scoperte le lunghe gambe adagiate l’una sull’altra e la schiena liscia e abbronzata.

 Aveva una mano sul cuscino accanto al viso e l’altra abbandonata sulla morbida linea dei fianchi mentre i soliti ricci ribelli  si riversavano scomposti sulla schiena.

Era bellissima.

Il respiro lento e regolare ed un sorriso appena abbozzato sulle labbra carnose mentre la flebile luce pomeridiana, che filtrava  attraverso le spesse tende le sfiorava appena i lineamenti delicati del viso.

Tom tirò su un angolo delle labbra in un sorrisino compiaciuto.

Si avvicinò al letto, sistemò la tazza sul comodino e poi si sedette accanto a lei.

“Monica” la chiamò piano.

Lei strinse appena gli occhi e socchiuse leggermente le labbra.

“Monica”; la chiamò nuovamente.

“Mmm”;

“Hei dormigliona, svegliati!”;

Monica arricciò leggermente il naso; sollevò a fatica le palpebre per richiuderle subito dopo.

Tom sorrise divertito.

“Su pigrona, è ora di alzarsi”;

“Ancora cinque minuti…” piagnucolò quasi infantilmente.

Le accarezzò piano il viso con le sue belle mani indugiando sulle labbra che si distesero in un sorriso.

Si stiracchiò pigramente e poi si strofinò leggermente un occhio.

Li aprì  entrambi controvoglia e appena mise bene a fuoco, vide il viso di Tom vicinissimo al suo.

“Allora non stavo sognando”sorrise allargando le braccia, in attesa di un abbraccio che non tardò ad arrivare.

“Buongiorno! Dormito bene?” le chiese dopo averle sfiorato la guancia con un bacio.

“Come un ghiro; e tu?”;

“Diciamo bene…. se quello che abbiamo fatto tutto il tempo lo chiami dormire…” e sorrise lanciando un’occhiata furtiva al suo corpo nudo che la fece arrossire violentemente.

“Smettila, sciocco!”.

 Ridendo, si staccò un attimo da lei e prese la tazza dal comodino.

“Il tuo tè”.

“Mmm, mi piace essere trattata come una principessa” e sorrise civettuola.

Si tirò su a sedere; sistemò il cuscino dietro la schiena mentre con le braccia, si stringeva il lenzuolo intorno al corpo.

“Grazie mille”; prese la tazza dalle mani di Tom e cominciò a sorseggiare lentamente la bevanda calda e profumata.

Lo guardò con attenzione e notò che era già vestito.

Indossava dei jeans, un bel maglioncino nero che metteva in mostra le spalle larghe e il torace scolpito, la fronte coperta da una bandana e gli occhiali da sole al collo.

Gli accarezzò delicatamente il petto tastando il soffice tessuto.

“Mi piace molto, ti sta bene”;

Tom strinse la sua mano e se la portò alle labbra e la baciò teneramente: “a me invece, piace come ti sta quel lenzuolo” e la guardò con la solita luce maliziosa.

“Pensi sempre ad una cosa….” lo rimproverò scherzosamente.

“Magari! Purtroppo devo pensare anche ad altro” disse mentre si rimetteva in piedi.

Fece il giro del letto, si avvicinò al comodino: prese le sigarette  e se le infilò in una tasca.

Afferrò il cellulare, gli diede una rapida occhiata  e lo infilò nell’altra tasca poi prese le chiavi della macchina.

“Devo vedere Bill e David per metterci d’accordo sui prossimi impegni. Non starò via tanto. Ci vediamo dopo” e si avviò alla porta.

“Hei!” disse Monica mettendo via la tazza ormai vuota.

Tom si voltò a guardarla con uno sguardo interrogativo.

“Vai via cosi?”;

Lui la guardava ancora senza capire.

Monica scese dal letto stringendosi meglio nel lenzuolo e lo raggiunse.

“Non penserai mica di andartene senza salutarmi, vero?”;

Lui scosse la testa e sorrise. Le strinse i fianchi e la avvicinò a sè mentre Monica, con l’unico braccio libero, gli circondò il collo e lo baciò appassionatamente.

Tom chiuse gli occhi e reclinò leggermente la testa all’indietro.

Quando  sentì le sue mani aumentare la pressione sui suoi fianchi e il respiro accelerare si staccò bruscamente da lui sorridendo con aria di sfida.

“Adesso puoi andare”.

Tom la guardò deluso e divertito allo stesso tempo.

Quello sguardo sfrontato e sicuro di sè lo eccitava:

“E tu credi di potermi trattare in questo modo? Piccola furba! Sarà meglio se scappi perchè quando ti avrò presa, non avrai più scampo “.

Monica cominciò a ridere a crepapelle mentre Tom si avvicinva sempre più minaccioso.

Corse dall’altro lato del letto ma il lenzuolo era troppo ingombrante ed inciampò rischiando di cadere. Afferrò alla svelta un cuscino e glielo puntò contro.

“Non avvicinarti!” e intanto continuava a ridere;

“Che paura!”;  avanzava minaccioso sorridendo pericolosamente.

Monica gli lanciò il cuscino ma lui lo evitò, allora si sporse in avanti per  cercare di afferrare l’altro ma Tom, salì sul letto e lo attraversò raggiungendola dall’altro lato.

Le afferrò i polsi e li strinse dietro la schiena e inevitabilmente il lenzuolo scivolò a terra.

Si accostò lentamente al suo viso, schiuse leggermente le labbra e quasi sfiorò il suo  orecchio.

Monica chiuse gli occhi pregustando il tepore della sua bocca e rabbrividendo al solo pensiero. Tom la sentì fremere tra le sue braccia ma si allontanò  da lei, atteggiando le labbra in un ghigno.

La strinse forte a sè e il suo respiro caldo lambiva la sua pelle, diventata improvvisamente troppo sensibile e recettiva.

Istintivamente Monica inarcò la schiena offrendogli le labbra; a quel punto soddisfatto, le lasciò le mani e se ne andò.

Monica riaprì gli occhi svegliandosi bruscamente da quel torpore e assumendo un’espressione insoddisfatta ed imbronciata.

Tom sorrideva crudelmente .

Sembrava un gatto che si divertiva col topo:

“Questo gioco te l’ho insegnato io, e tu non potrai mai superare il maestro!”.

Monica contrariata e confusa afferrò la maglietta di Tom dal pavimento e gli diede le spalle mentre se la infilava.

Lui fischiò e  aggiunse:

“Mi piace moltissimo il tuo lato B, te l’ho mai detto?” e rise più forte suscitando l’ira di Monica.

Odiava quando si comportava in quel modo!

 Era furente con sè stessa per non aver saputo controllare i suoi sensi e poi con lui. Si sforzò di tenere a bada la collera ma era talmente furiosa che  quasi senza accorgersene sbottò:

“Sei il solito scimmione, sfacciato e irriverente!” ed incrociò le braccia al petto continuando a dargli le spalle.

“Perchè?!”;

“Piantala! Non fingere di non aver capito: lo sai benissimo!”;

“Cosa dovrei sapere?” chiese nel più innocente dei modi e questo la irritò ancora di più;

“Ahhh! Mi dai sui nervi quando fai così!”;

Le si avvicinò con passo felino  e ammiccando aggiunse:

” Già, e questo ti fa impazzire, ammettilo”.

“Dimenticavo il tuo incommensurabile ego e il tuo smisurato narcisismo!” rispose ancor più piccata;

Le spostò i capelli da un lato e poi le cinse la vita stringendola forte a sè.

“Dai…sii sincera, tanto lo so che ti piace”;

“Sei un villano e un maleducato Tom Kaulitz!”;

“Puoi dirmi tutto quello che vuoi Monica, ma sappiamo bene entrambi qual’è la verità”;

“E quale sarebbe ?Sentiamo! Sono proprio curiosa e poi tieni giù le mani!”  ma lui non ci pensò affatto anzi, si avvicinò al suo viso stringendola più forte.

Monica, intanto, aveva  ancora saldamente le braccia incrociate e non accennava a toglierle da quella posizione.

 Credeva di passarla liscia con due moine e qualche carezza? Beh, si sbagliava di grosso!

“Che tu, infermiera di ghiaccio ma con due occhi che bruciano di passione, sei pazzamente innamorata di me e dei miei difetti ed io ti adoro per questo” le sussurrò all’orecchio. 

Quelle parole le giunsero dritte al cuore lasciandola inerme, completamente indifesa.

Non le aveva mai detto una cosa così carina prima.

Trasalì, quando le sue labbra umide si posarono sul suo collo.

La fece voltare lentamente verso di sè, la guardò dritto negli occhi.

Monica sentì cedere le gambe per l’emozione.

Quegli occhi esercitavano su di lei una forza alla quale non sapeva opporre alcuna resistenza.

Un pò alla volta le braccia allentarono la presa fino a sciogliersi.

Tom cercò le sue labbra e se ne impossessò avidamente.

 La rabbia si dileguò immediatamente: dopotutto, come poteva resistergli?

Gli lanciò le braccia al collo e rispose a quel bacio con la stessa intensità e con la stessa passione.

Quando riaprì gli occhi, sospirò rassegnata: “Ti amo scimmione!”;

“Lo so” e le sorrise dolcemente.

“Torno presto promesso, e ti porto fuori a cena, ok?”;

“Ok”.

“Allora a dopo” e la baciò di nuovo prima di sciogliersi dal suo abbraccio e andarsene.

Quando sentì chiudere la porta Monica si sedette sul letto e con una mano si sfiorò le labbra.

Ancora non riusciva a credere a ciò che le aveva appena detto ed il suo cuore traboccava di felicità.

                                                                                    ……………continua

Annunci

6 commenti su ““UN MAGNIFICO DISASTRO” Capitolo III

  1. E sono la prima per la terza volta! *^*
    Ok, oggi è logico, perché sono a casa con la febbre (sì, solo io riesco ad ammalarmi in settembre, quando fa ancora un caldo della miseria -.-“)
    Ma quanto sono edagkljrhlkghjdlfhdflkh quei due?! Dai, sono troppo teneri, anche se Tom è uno scimmione villano sono tanto tanto teneri. E quella dichiarazione? Dai, dai, anche Tom Pensosoloalsesso Kaulitz si scioglie! Evvai! *Afferra i pom pom da cheerleader e saltella per casa in pigiama*
    Mi piace tantissimo, tesoro. Sarà pure un sequel, potranno non piacerti i sequel, ma io questa Fan Fiction la amo, sappilo, e soprattutto RICORDATELO sempre. E’ indescrivibilmente bella!
    Complimenti ancora!

    Allora, ballerina tutt’impegni, come stai? Tutto ok?
    Ho finalmente trovato cosa fare nel tempo libero! Niente nuoto, niente fotografia, niente poligono… TEATRO! Mi ero assolutamente dimenticata che il mio prof di inglese è il referente linguistico di una compagnia teatrale chiamata “The imperfect speakers”, che mette in scena Shakespeare! L’anno scorso sono andata a vedere “Macbeth” e il mio prof mi ha detto che non c’era un limite di età, e che prendevano anche ragazzi delle scuole! Così ieri gli ho chiesto informazioni e ha detto che mi fa sapere! Recitare mi piace molto, anche se ho poca esperienza e non sono bravissima (quando giravo i cortometraggi insieme a Walter ero veramente pessima ç.ç) però ho già fatto uno spettacolino, molto ino eh, con la parrocchia ed era andato bene, e comunque cercano anche staff come truccatori o assistenti dietro le quinte, non per forza solo attori! 🙂
    Ho chiesto a mia madre, e lei ha detto che posso. Quest’anno la scuola l’ho iniziata abbastanza bene, per cui penso proprio di riuscire a starci dentro! 🙂

    Tu che mi racconti? Tutto ok? Un bacione enorme, tesoro, ti voglio tanto bene!

  2. Rieccomi sono di nuovo io xD
    Troppo teneri quei due e questa nuova versione di Tom..diciamo con la testa un po’ più a posto devo dire che mi piace =). Complimenti Fra!
    Un bacio

  3. Tesoro, siamo solo al terzo capitolo ma già sei riuscita a farmi sognare… Questo amore forte e movimentato mi fa sognare…
    È incantevole il modo in cui gli occhi di Tom studiano il corpo di Monica. Con amore… Un amore che i suoi occhi riflettono su di lei studiandone ogni minimo particolare con tenerezza. Ogni piccolo gesto che Tom compie grida amore verso quella ragazza dai riccioli ribelli, ogni piccolo gesto mette in luce ciò che li unisce. Il semplice gesto di portare una tazza di the e di svegliarla con dolcezza è qualcosa di molto romantico ma mette ancor di più in evidenza con il sentimento per Monica abbia cambiato Tom facendolo crescere e maturare… Stupendo!
    L’ha davvero trattata come una principessa, come un pezzo di cristallo di cui prendersi cura…
    Ogni volta che li vedo abbracciati mi commuovo perché in quell’abbraccio si uniscono due cuori che battono all’unisono seguendo il ritmo della loro sinfonia d’amore.
    È tenerissima la scena in cui Monica, offesa, reclama un bacio di Tom per poi lasciarlo a bocca asciutta… Questo gioco tra di loro, con Tom che la ripaga con la stessa moneta, mostra la loro complicità, il loro affiatamento, la loro simbiosi, la fusione del loro sentimenti.
    Certo, Tom sarà anche maturato ma a volte è proprio stupido e totalmente ottuso da non accorgersi di aver offeso Monica. Che stupido! Però sa sempre come farsi perdonare…
    Ciò che le ha detto è stato fantastico, semplici parole che mi hanno fatto rabbrividire il cuore. Una piccola dichiarazione d’amore che vale come un “Ti amo” mai detto. Poche parole che hanno alimentato la fiamma che brucia dentro Monica…
    Bellissimo, semplicemente meraviglioso! Questo capitolo è stupendo, così ricco di dolcezza, gioco, tenerezza, malizia ma soprattutto amore. Un amore velato dietro alle parole ma brillante davanti a piccoli gesti. Inoltre è emozionante questo gioco di sguardi eloquenti e ricchi di sentimento, sono tra i particolari che amo di più. Sguardi silenziosi che dicono più delle parole…
    È magnifico tesoro, bravissima. Ogni parola, ogni scena mi fa sognare… Non so cosa dire se non che sei bravissima e che adoro già questa storia… Complimenti tesoro, aspetto con ansia martedì prossimo..
    Un bacione

  4. ohh tesoro **
    Non sai quanto sia bellissime le tue parole, quello che mi scrivi in ogni messaggio,
    mi commuove e mi rende davvero felice, detto da te è la cosa più bella e speciale.
    Grazie davvero tesoro, non sai come siano stati belli questi momenti in cui ho passato
    interi pomeriggi sul tuo blog a leggere aggiornamenti e letture, sono stati sul serio
    pomeriggi importanti è lo sono tutt’ora, piano piano ho iniziato a conoscerti a
    scoprire cose sempre più belle di te è mi sono resa conto che sei una persona davvero
    speciale, che è difficile da trovare e sono fortunata ad aver conoscuto una di queste.
    Quando mi rispondevi ad ogi messaggio che scrivevo era bello e vedevo sempre la dolcezza
    e la gentilezza che usavi anche pur non conoscendoci è ora che ti conosco un pochino,
    l’impressione che ho avuto era vera e anche molto più bella. Ora sicuramente mi vedrai
    di più, anche se non ho sempre il pc perche il mio ormai è scoppiato ^^ ma sicuramente
    verrò più spesso a leggere, perche mi sei davvero mancata e credo che la curiosità mi
    farebbe impazzire se non dovessi leggere il nuov capitolo, ormai non riesco a smettere
    di leggere questa storia è cosi bella e dolce allo stesso tempo, piena di colpi di scena, una
    storia che all’inizio e partita tra, trambusto e sentimenti repressi, quasi a star male,
    solo perche Tom non voleva una relazione seria. Una storia che mi ha molto colpita
    dall’inizio e che non vedo l’ora di leggere capitolo dopo capitolo, quello che accadrà
    a Tom e Monica, spero sopratutto che ci vorra parecchio per finire ^^ sono cosi legata
    alle tue storie che ogni volta che arriva lla fine è sempre triste dire arrivederci, perche
    è brutto dire addio, anche se finiranno vivranno sempre nei nostri ricordi e sicuramente
    le rileggerò molto presto, proprio per la belezza e per i bellissimi momenti vissuti tra
    queste righe. Ti voglio bene anchio tesoro, e credimi anche se non spesso verrò sempre
    qui, questo e come un posto dove potersi rilassare e sognare per un pò. Ma sopratutto
    lascerò sempre i miei pensieri e le mie emozioni qui, proprio perche e grazie a te se vivo
    tutto questo e non posso non scrivere tutto ciò che mi fai provare ogni volta.
    Migliori di giorno in giorno, dalla prima volta che ho iniziato a leggere la tua prima storia,
    trovai già dall’allora che scrivevi divvnamente, ora trovo che sei migliorata tantissimo,
    dai emozioni ancora più forti di prima ed è bellissimo. Migliorerai sempre di più proprio
    perche hai un grosso talento e questo non può non migliorare sempre di più e spero che
    ti porti tanta fortuna, te lo meriti molto. Scusami se quando invio il messaggio e tutto
    a pezzi non so il perche ma mi si blocca il pc ogni volta che cerco di aggiustarlo non so
    se è il problema mio, comunque scusa poer questo. Oddio non sai che dolcezza ho provato
    nel leggere lìinizio, vedere Tom cosi dolce e bellissimo proprio perche so che lui è davvero
    dolce, l’ho sempre pensato e lo penso anche per il Tom vero, lui nasconde il suo vero carattere
    per paura di essere ferito, di perdere una persona importante che ha vicino e che gli possa
    far del male, penso che sia per questo che si nasconde, ma comunque vedere una parte cosi
    dolce in lui, come in qualsiasi altro uomo è bellissimo, immaginarsi una persona che si ferma
    a guardare la proprio donna che ama, mentre dorme trovandola dolce e bellissima e detta
    solo da un uomo innamorato, proprio perche una persona che non provasse nulla per quella
    persona non si fermerebbe neanche per errore, figuriamoci un piccolo particolare che si
    ferma a guardare. E’ dolcissimo quando le sussura il suo nome per svegliarla nel modo meno
    brusco nel possibile, e lei che ha ancora una piccola vena di bambina che si rigira per dormire
    ancora un altro pò. Il bello è anche quando si sveglia dalla carezza di Tom che le fa con sorriso,
    per non parlare dell’abbraccio e il bacio, sembra una nirmalissima mattinata che chiunque
    coppia avrebbe ma per loro e cosi dolce e tenero tutto questo. Mi ha fatto sorridere la parte
    in cui le dice che ha dormito bene se quello che hanno fatto fosse dormire hahah ma possibile
    che anche innamorato i suoi pensieri e occhiate vanno sempre lì ^^ beh non sarebbe Tom
    Kaulitz xD ma comunque è tenerissimo, anche nel portargli il tè trattandola da principessa,
    cosa che a tutte piace essere trattate cosi. Anche se non cambierà il suo modo malizioso
    in cui dice che gli piace come gli sta il lenzuolo e stupendo, perche lo fa con malizia ma
    comunque con tanta dolcezza e amore con lei, lo si vede da quello che gli dice e che le fa provare
    sopratutto dal modo galante in cui le bacia la mano, mamma che tenera quella scena.
    Ma sopratutto quando le dice che deve scappare e che se ne va quasi sensa salutarla e lei con
    il broncio gli dice perche se ne va sensa darle un bacio, c’è ma che doolcezza, vederlo tornare
    indietro per donarle un bacio con il sorriso e la parte più bella, mi ha fatto anche ridere il modo
    in cui dopo il bacio appassionato come se non si baciassero da una vita le lo liquida quasi anche
    se lo avrei fatto anchio hahah ^^ ma che tenera poi che lui se la prende quas e la insegue per casa
    buttandola sul letto mamma che dolce quella scena anche comica ma comunque bellissima.
    Sopratutto quando poi lei offesa perche lui le dice che è stato lui a insegnarle quel gioco e che non
    la supererà mai gli da le spalle per fargli capire che non deve comportasi cos anche se sa che e lei
    come lui non sanno stare sensa l’altro sensa neanche un secondo lontani, mi fa ridere anche i
    sopranomi che gli tira e tutte le offese dolci che gli tira anche se sa che non può stargli lontana
    e infatti l’ha sempre vinta ^^ anche se le offese sono le migliori, adoro queste scena sono dolci
    e divertenti tra loro che non puoi non leggere con piacere e tanta voglia che non smettao mai ^^
    mi piace sopratutto quando lei gli dice che lui non lo sopporta quando s comporta cosi e lui
    gli dice appertamente che ci tiene a lei proprio perche sa che lei vuole sentirselo dire, anche se
    non gli e lo ha mai detto. Ma questa frase mi ha stroncata “Che tu, infermiera di ghiaccio ma
    con due occhi che bruciano di passione, sei pazzamente innamorata di me e dei miei difetti ed io ti adoro per questo”
    è stupenda sono rimasta sensa parole dalla dolcezza e tenerezza in cui lo ha detto proprio perche
    sono le prime parole che gli dice appertamente e che le dimostra il suo amore.
    Mamma che amore che è Tom e lei perche quando sente quelle parole e la donna più felice del
    mondo e questo non può non rendermi felice proprio perche una affermazione cosi non l’ha mai detta
    e quel bacio appassionato che ha appacificato tutto rendendo felici entrambi sopratutto quel
    ti amo scimmione dove lui le dice che lo sa sorridendo **
    mamma che emozionee oddiooo.. complimenti tesoro e bellissimo, hai scritto un capitolo bellissimo
    pieno di amore e sei sempre unica. Come stai tutto bene?
    Un bacione tesoro, ti voglio bene

    • tesoro, ti aspetto tutte le volte perciò non preoccuparti del come e del quando sappi solo che desidero tanto leggere i tuoi commenti. Sto abbastanza bene grazie e tu? le tue allergie alle mani sono passate? ne soffri ancora? scuola come va? Io ormai sono già complettamente stravolta. Ho una monagna di scadenze scolastiche, impegni con danza e mi preparo per la prossima estate: vado negli Stati Uniti. Grazie per tutti i tuoi complimenti; sai quando in un commento mi hai scritto :”Entro nel magico mondo di aquarius” mi hai fatto commuovere, se ci penso mi vengono i brividi. Non aggiungo altro se non grazie ancora. Sono contenta che anche questa storia ti piaccia e ti dia delle emozioni: mi rende estremamente felice. A presto. Un bacio

    • Tesoro! Scusami! Non mi sono ricordata del tuo compleanno. Tanti tanti tanti auguri; buon compleanno e ti auguro un mondo di cose belle perchè te le meriti tutte. Mi dispiace per i dolori, continuano ancora eh? Grazie grazie mille, è stato bellissimo leggere il tuo commento, mi sono venute giù le lacrime dalle risate! Si vedeva proprio che eri arrrabbiata e gli avresti spiaccicato la torta in faccia hahahahaha, sei una grande!. Auguri ancora tesoro e grazie mille per le tue emozioni. Un bacio ed un abbraccio stretto stretto. Ti voglio bene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...